All’estero è come la doccia: ti svegli la mattina e affronti il tuo trattamento Detox.

Lo fai anche tu? Ma se dopo un corretto trattamento Detox riprendi le tue solite abitudini consolidate fino ad oggi, riprenderai buona parte delle sostanze tossiche che avevi accumulato fino a quel momento, avendone i relativi danni sulla tua salute.

Quindi oggi qui parleremo di cosa poter fare dopo aver seguito un trattamento Detox per far sì che il corpo si mantenga in un sano benessere.

Come fare a non riprendere le abitudini sbagliate?

Andiamo per gradi e saprai tutto.

Diciamocelo, siamo stati i fanalini di coda nel DETOX, ma finalmente anche in Italia la realtà che un corpo pieno di tossine genera le malattie sta diventando un argomento compreso da molti. Addio Tossine è stato un pioniere in questo argomento e siamo fieri che dopo anni nei quali siamo stati totalmente  ignorati, oggi siamo diventati il punto di riferimento degli italiani che desiderano avere un serio e professionale ciclo di detossinazione per una buona pulizia del corpo.
Tante persone fanno trattamenti detox, a volte con poca comprensione della professionalità di chi lo effettua e a volte affidandosi a diete e frullati vari presenti on line. Alcuni di questi potrebbero anche essere validi, ma ciò che è importante quando si sceglie un trattamento Detox è avere la certezza dei risultati.

Anche se il Detox Profondo è diventato in Italia un realtà consolidata e tante persone hanno reali benefici dalla pulizia del proprio corpo, è fondamentale scegliere di mantenere quello stato di maggiore vitalità, maggiore energia, minori dolori articolari e tanti altri benefici che si raggiungono dopo un ciclo di trattamenti (che puoi leggere linkando qui).

Immagina di avere una macchina nuova, bellissima, ma poi per errore metti la benzina in un motore diesel: qualcosa non funziona più, concordi con me?
La stessa cosa accade nel tipo di cibi che inserisci nel tuo corpo.

L’alimentazione è un dettaglio spesso ignorato e viene confuso spesso con diete più o meno drastiche seguite per pochi giorni.
Io ritengo che come il Benessere sia una scelta, il tipo di alimentazione lo sia a sua volta.

Più che di dieta e di alimentazione io parlerei di educazione alimentare. Aghhhhh !! Sarai inorridito! In Italia si mangia talmente tanto e talmente condito come se fosse  l’unico modo  di condividere l’affetto con gli amici e i parenti che non si può pensare a qualche strada differente.

In realtà la soluzione è molto più semplice di ciò che si pensa. Certo, se vuoi continuare a mangiare carne e formaggi perchè ti piacciono tantissimo e non puoi farne a meno, almeno immagina che potresti integrare qualcosa negli spuntini pomeridiani che aggiusti un minimo il tiro e porti il tuo stamaco a dirti “grazie!”

LA QUALITA’
Intanto parliamo di qualità che già da sola riduce di molto l’assunzione di prodotti chimici e inquinanti. Non mi sto riferendo solo al biologico, perchè sai, le piogge inquinate purtroppo cadono anche su quegli alimenti, anche se certamente il prodotto biologico è esente da quelle sostanze dannose presenti nei pesticidi. Mi riferisco al cercare di acquistare i prodotti facendo attenzione all’origine di questi, senza scegliere, per fretta, l’acquisto al primo supermercato che capita!

Qualche esempio? Compra la verdura in un posto di fiducia, anche se dovrai fare qualche chilometro in più una volta a settimana. Oppure fai attenzione a non comprare pesce di allevamento, considerando che viene alimentato con cibo artificiale e non certo naturale per il pesce e davvero davvero dannoso per il nostro corpo.

IL TIPO DI COTTURA DELL’ALIMENTO
Altro aspetto è il tipo di cottura degli alimenti. Prediligere la cottura al vapore, piuttosto che bruciare un alimento, che si trasforma così in un potenziale cancerogeno potrebbe essere una scelta di vita. Dopo la cottura al vapore, se usi il giusto condimento o ripassi il cibo velocemente in padella, sentirai tutto il gusto della verdura, del pesce o della carne (che se proprio non puoi evitare fai che sia di origine controllata) e il tuo corpo ingerirà un alimento più salutare.

I SUCCHI DI CAROTA
Assumere il succo di carota è uno degli aspetti più semplici per ripristinare il benessere nel tuo corpo. Dici che è troppo semplicistico come consiglio? Suggerisco spesso di comprare un libricino da meno di 5 euro del Dr. Walker, l’autore di “Succhi freschi di frutta e verdura”. Il Dr. Walker ripeteva spesso che la chiave per la salute è un colon sano e sosteneva che l’80% delle malattie iniziano nel colon: “Ogni ghiandola, organo e cellula del corpo è influenzato dalle condizioni del colon”.  Lui sosteneva inoltre che l’abbinamento degli alimenti fosse essenziale, portando l’esempio che due verdure poste nella stessa pietanza (crude) generano una reazione chimica differente piuttosto che se assunte singolarmente.

Quanto ci metti a fermarti in un bar e chiedere un bicchierone di succo di sole carote? Davvero poco, ma nel caso tu avessi a casa un estrattore o anche una valida centrifuga (meglio di niente!) due bicchieri di succo di carota al giorno potrebbero essere una valida nuova abitudine. Non illuderti però che qualcosa cambi se ne pendi in un bar casualmente un bicchiere una volta ogni tanto 🙂

LIMITARE L’ASSUNZIONE DEI FORMAGGI
Il formaggio industrializzato che compriamo oggi nei supermercati non ha nulla  a che vedere con quello fatto dai contadini che usavano il lattice della foglia di fico per farlo quagliare o portavano le vacche al pascolo in zone sane e prive di inquinamento!

Consiera che la vita media di una mucca all’aria aperta è di 20 anni;  in allevamento (chiuse in stalla) la vita media si aggira intorno ai cinque o sei anni. Per produrre a ritmi intensivi latte e vitelli, solo il 25% degli animali riesce a raggiungere i sette anni di età.  Quando l’animale nasce e vive in allevamento gli si stravolge l’alimentazione naturale di un animale erbivoro, che viene alimentato invece  inserendo sostanze di origine carnea ( e organica che provocano conseguenze terribili nel loro organismo e di conseguenza nel tuo che lo assumi attraverso il loro latte e la loro carne.

Il latte e i formaggi che troviamo in commercio non sono di certo prodotti di alto valore nutritivo. Per mezzo della pastorizzazione il latte cosiddetto fresco vale ben poco, e il latte sterilizzato di lunga conservazione non ha nessun valore nutritivo.

Per essere assimilato il latte deve prima cagliare e, se è stato omogeneizzato (trattamento che viene fatto solo al latte destinato al consumo diretto), non può cagliare. L’omogeneizzazione rallenta infatti la separazione dei grassi dal siero, in pratica limita che si formi “il fondo” dentro i contenitori. Va notato che l’omogeneizzazione è solo un trattamento meccanico che non altera le qualità nutrizionali del latte, ma lo rende non idoneo alla caseificazione. (Fonte: “Come alimentarsi per acquistare salute“)

L’assunzione del latte, per l’elevato contenuto di caseina, causa la liberazione di ISTAMINA e l’aumento della produzione di muco, come ben illustrato da Cohen. [Robert Cohen “Milk AZ“, Argus Publishing. La traduzione del titolo del libro in lingua originale che è  “Milk: the daily poison” è:  “latte, il veleno quotidiano”].

FARE MOVIMENTO
Questo non vuol dire: iscriverti in palestra o fare esercizi massacranti. Mi dirai: “Io non ho tempo!”
Basterebbe seguire un corso di ballo una volta a settimana che oltre a farti risvegliare i muscoli, apporta quella gioia che è parte della nostra vita quotidiana di diritto!

ASSUMERE INTEGRATORI DI QUALITA’
Argomento a sè sono gli integratori. Ne assumiamo in quantità, senza informarci adeguatamente di come agiscano nel nostro corpo. Per questo chiedo ad esperti del settore di integrare un articolo a sè, che ne vedrà il link qui in futuro.

In sintesi, ciò che è importante per farti raggiungere il benessere sono nuove abitudini che prevedono una differente attenzione verso l’alimentazione insieme a ritmi di vita leggermente differenti. Il tutto parte però dal fare il primo passo: quello di eliminare le tossine presenti nel corpo, fare trattamenti professionali con risultati dimostrabili e poi mantenersi con nuove e sane abitudini!