Scopri come depurarti per restare in forma con la natura

Se sei qui, vuol dire che hai deciso di prenderti cura di te, di occuparti del tuo benessere, e questo vuol dire innanzitutto depurarti per restare in forma. Su questo blog trovi molti articoli interessanti per rimedi fai da te che possono darti una mano e oggi voglio parlarti di un’altra sostanza benefica che la natura ci offre: la clorofilla.

La clorofilla: cos’è?

Di certo ricordi quando se ne parlava a scuola: «La clorofilla è il pigmento che dà alle piante e alle alghe il loro colore verde». Grazie alla clorofilla, le piante riescono a catturare la luce del sole necessaria per la fotosintesi, cioè per quella reazione chimica che permette loro, a partire da acqua e anidride carbonica, di produrre ossigeno e sostanze organiche, quindi cibo, nutrimento.

Già nel 1913 due premi Nobel quali il Dr. Willstatter e il Dr. Hans Fisher evidenziarono un aspetto della clorofilla molto importante: la sua struttura è molto, molto simile a quella dell’emoglobina umana, quella proteina fondamentale di colore rosso presente nel sangue che ha l’importante compito di trasportare l’ossigeno. Studi e sperimentazioni sono proseguiti nel tempo e si è arrivati a scoprire molte proprietà benefiche collegate a questa sostanza così preziosa, eccone alcune:

 

  • Antiossidanti: da test in laboratorio si è visto che la clorofilla è in grado di ridurre il danno ossidativo indotto da agenti chimici (quelli che mangiamo, respiriamo, ci spalmiamo addosso), metalli pesanti e radiazioni. Ha un bell’effetto anti-età e previene l’invecchiamento cellulare.

 

  • Migliora i livelli di ferro nell’organismo.

 

  • Antiodoranti: hai presente la pubblicità di tutti quei prodotti che: “più sudi e più avrai un profumo di violette e orchidee”? Sai quanto sono nocivi quei prodotti? Ecco, la clorofilla, per le sue caratteristiche, può evitarti di avvelenare la tua pelle – e quindi le tue cellule – con sostanze molto pericolose.

 

  • Rigeneratrici: aiuta la guarigione delle ferite.

 

  • Equilibranti del sistema immunitario: con una azione contro i batteri nocivi e contro le infezioni, migliorando anche la salute della nostra preziosa flora batterica intestinale.

 

  • Adattogene: dà energia senza essere un eccitante (trasporta ossigeno) e, grazie soprattutto alla sua azione depurativa soprattutto sul fegato, aiuta molto in caso di stress, sovraccarico di impegni e… diete. Sì, con la clorofilla si avverte meno il senso di fame, non ci si sente stanchi e si va anche a migliorare il drenaggio dei liquidi.

 

  • Alcalinizzanti: aiuta a mantenere regolare il ph.

 

Ecco: la volta scorsa in quest’altro articolo abbiamo parlato dell’importanza di cambiare qualche piccola abitudine, senza stress e rinunce, per tornare in forma e mantenere il tuo peso ideale senza dannosi e spiacevoli effetti yo-yo; abbiamo anche fatto riferimento al ph, alle tossine e al loro legame con quei chili di cui vorresti tanto liberarti. Adesso abbiamo aggiunto un altro tassello.

Dove si trova la clorofilla?

Spinaci, broccoli, asparagi, erbette, tarassaco, cicoria, cime di rapa, alga spirulina e in pratica in tutti gli ortaggi a foglia verde, molte delle quali, guarda caso, la natura ci mette a disposizione proprio in questo periodo per aiutarci a smaltire le tossine.

Però mi raccomando: bollire le verdure non è equivalente a mangiare le verdure per sfruttarne i benefici, quindi ti consiglio di mangiarle appena sbollentate, cotte un po’ a vapore o, l’ideale, crude, tagliate a fettine sottili e condite con un po’ di olio di oliva, sale, limone (cibo prezioso anche per le proprietà alcalinizzanti) e, perché no, abbinandoci anche frutta come l’avocado, il mango e tutto quello che la fantasia ti suggerisce!

E se voglio più clorofilla?

Ovviamente, per un vero ed efficace effetto Detox, dovresti assumere una quantità enorme di clorofilla che non potrai ingerire solo con i vegetali (pena conseguenze sulla salute!) e in più questa dovrebbe essere comunque solo di primissima qualità: ecco perché se vuoi DAVVERO depurarti, occorre che tu ti affidi a esperti del settore che, sempre in maniera naturale, potranno darti dei risultati certi.

Se poi vuoi aumentare la quantità di clorofilla, la trovi anche come integratore, molto utile proprio se, per esempio, stai iniziando una dieta o avverti più stanchezza con l’arrivo della primavera. L’importante, come sempre in questi casi, è affidarsi al parere di un professionista perché non bisogna mai dimenticare che:

 

  • naturale NON vuol dire che “fa solo bene”. Ciò che fa bene può avere sempre e comunque degli effetti non graditi, per cui affidati a chi saprà darti le corrette indicazioni in base ai tuoi bisogni, personalizzando l’assunzione anche per una maggiore efficacia;

 

  • non tutti i prodotti naturali, solo perché naturali, (ma credo valga per ogni cosa) sono equivalenti. L’efficacia di un buon prodotto dipende dalla formulazione (liquido, estratto secco, ecc.), dalla qualità della materia prima, da come questa materia viene trattata e lavorata per cui, come sopra, chiedi un parere a un esperto che saprà consigliarti al meglio.

 

Però, prima…

Non devi illuderti però che la sola clorofilla possa essere sufficiente a pulire il tuo corpo da anni di accumulo di tossine. Se vuoi intervenire in maniera adeguata, per far ritrovare al tuo corpo un benessere totale, occorre fare qualcosa di più mirato, che agisca in profondità e possa soprattutto alleggerire in poco tempo il “carico grosso”, cioè quelle tossine che anno dopo anno hanno sovraccaricato il tuo corpo.

Potresti provare una sessione Detox Profondo, sentirai fin da subito i benefici di una pulizia profonda. Mi raccomando, è importante, ne abbiamo già parlato in questo articolo: se non pulisci prima, il tuo corpo degli integratori non se ne fa proprio niente e tu non fai che spendere denaro inutilmente!

Solo a questo punto, con un corpo pulito e rinvigorito, per evitare di sovraccaricare di nuovo il tuo corpo di sporcizia, inizia a prenderti cura di te, introducendo piccole, salutari ed efficaci abitudini.

E dopo tutto questo, dimmi: come va?

 

Barbara Crocetti – Naturopata 

 

I suggerimenti riportati non sono da intendersi in nessuna maniera come indicazioni di tipo medico. Si consiglia di consultare sempre il proprio medico per un parere in tal senso, soprattutto in presenza di patologie.

 

Bibliografia:

Maurizio Di Leo: La clorofilla: un alimento particolare – Congresso Nazionale Ospedale San Pietro Fatebenefratelli Roma

https://lpi.oregonstate.edu

https://www.medicalnewstoday.com

https://www.healthline.com

https://www.sciencedirect.com