Quarantuno milioni di punti IQ in meno, cioè PERDITA della capacità della nostra intelligenza.

Questo è ciò che il dottor David Bellinger ha determinato come perdita collettiva sulla popolazione a causa dell’esposizione a pesticidi del come_funziona_cervello1 (1)piombo, del mercurio e e dell’organofosfato.

In un articolo pubblicato dalla National Institutes of Health, Bellinger (professore di neurologia presso la Harvard Medical School), ha confrontato i quozienti di intelligenza tra i bambini le cui madri erano state esposte a queste neurotossine mentre erano incinte, rispetto a coloro che non lo erano state.

Bellinger ha calcolato una perdita totale di 16,9 milioni di punti IQ, (Quoziente Intellettivo) a causa dell’esposizione agli organofosfati, i pesticidi più comuni utilizzati nell’agricoltura.

Questi bambini erano meno intelligenti! Coloro che saranno gli uomini di domani, oggi vengono “spenti” silenziosamente.

Il mese scorso, ulteriori ricerche hanno generato altre preoccupazioni circa l’esposizione chimica e la salute del cervello ad un livello molto più elevato rispetto al passato. Philippe Grandjean, collega di Bellinger alla Harvard e Philip Landrigan, decano per la salute globale alla scuola di Medicina di Mount Sinai a Manhattan, hanno messo in luce alcune controversie pubblicandole nelle pagine di una rivista medica prestigiosa, mostrando che una “pandemia silenziosa” delle tossine sta danneggiando il cervello di bambini non ancora nati.

Gli esperti hanno mostrato 12 sostanze chimiche trovate sia nell’ambiente che negli oggetti quotidiani come mobili e vestiti e si è evidenziato che questi non solo hanno portato ad una diminuzione del loro Quoziente Intellettivo, ma, se poi abbinati ai pesticidi in ciò che veniva ingerito,  la situazione sarebbe potuta ulteriormente degenerare.

“Quindi consigliate alle donne in gravidanza di mangiare solo prodotti biologici?” Chiese a Grandjean, un ricercatore nato in Danimarca che viaggia in tutto il mondo per studiare gli effetti ritardati dell’esposizione chimica sui bambini.

“Sì, Questo è quello che consiglio alle persone che mi chiedono informazioni. Ma, anche se questo può essere un modo per prevenire l’esposizione ai pesticidi, non è sufficiente.

L’ideale sarebbe di pulire il corpo di una donna prima che affronti la gravidanza e per farlo bisogna effettuare trattamenti che aiutano ad eliminare o neutralizzare le tossine, meglio se fatti con processi naturali.

“Grandjean stima che sul mercato esistano circa 45 pesticidi organofosfati e che” la maggior parte ha il potenziale di danneggiare un sistema nervoso in via di sviluppo “.

Anche Landrigan era del medesimo avviso, senza che avesse condiviso con Grandjean, quando gli ho parlato la settimana prima. “Consiglio alle donne in gravidanza di provare a mangiare biologico perché riduce l’esposizione dell’80 o 90 per cento”, mi ha detto. “Queste sono le sostanze chimiche che mi preoccupano molto per i bambini: i pesticidi organofosfati come il clorpirifio”.

Per decenni, il clorpirifos, commercializzato da Dow Chemical a partire dal 1965, è stato il più usato assassino degli insetti nei terreni agricoli. Poi, nel 1995, Dow è stato multato con $ 732.000 dall’EPA con l’accusa di nascondere più di 200 segnalazioni di avvelenamento legati al clorpirifosso. Ha pagato l’ammenda e, nel 2000, ha ritirato i clorpirifosi dai prodotti domestici. Oggi, il clorpirifos è classificato come ” altamente tossico” agli uccelli e ai pesci d’acqua dolce e “moderatamente tossico” ai mammiferi, ma è ancora ampiamente usato in agricoltura su colture alimentari e non alimentari, nelle serre e nei vivaisti.  Fonte: JAMES HAMBLIN.

Ecco allora che dobbiamo ascoltare il suggerimento del dr. Stewart Lonky M.D. -Pneumologo e famoso Specialista in tossicologia:

“Il problema è che essendo stato alterato chimicamente il corpo, dalla presenza delle molteplici sostanze tossiche dalle quali nessuno può difendersi, c’è il rischio di un punto di non ritorno al di sopra del quale l’accumulo di queste tossine si traduce in malattia, sviluppando ipertensione, insufficienza renale,l’Alzheimer, tumori e mmunodeficienze. Noi dobbiamo pulire noi stessi regolarmente dalle tossine e questo apporta non solo benefici nell’immediato a noi stessi, ma anche (pulendo il corpo di donne in età utile alla gravidanza) alle prossime generazioni che noi altrimenti potremmo contaminare attraverso la gestazione

ADDIO TOSSINE.COM sta lottando anche per te, per far comprendere l’importanza di pulire le tossine dal corpo. Guarda come: http://addiotossine.com/info/o Contatta subito l’operatore più vicino a te, per fare una prima sessione di prova DETOX, cliccando qui.